Undying Reloded 2017 - Japan Limited Edition
Undying Reloded 2017 - Japan Limited Edition
clicca sul cd per acquistarlo
clicca sul cd per acquistarlo
KISS news from around the world
KISS news from around the world
Via R. Franchetti 6 Verona 045-9231967
Via R. Franchetti 6 Verona 045-9231967

DANGER ZONE

Roberto Priori nel 1980 fonda un gruppo che, dopo vari cambiamenti e concerti col nome di Sbarbation, prende il nome di Danger Zone. La formazione con cui registra il primo demo-tape nel 1983 è:Roberto Priori (chitarra), Stefano Gregori (basso), Paolo Baldassarri (voce), Stefano Vascotto (chitarra) e Vito Camporeale (batteria).
Con l'entrata di Francesco Di Nicola (chitarra) e Massimiliano Merlini (voce) nel 1984 si concretizza il primo lavoro in vinile dal titolo "Victim of Time", da cui viene realizzato il video "I'm waiting for you", in rotazione su videomusic. Dopo aver subito altri cambi di formazione (Paolo Palmieri, batteria; Stefano Peresson, chitarra e tastiere; Giacomo Gigantelli, voce) , nel 1987 registrano il singolo "I can't live without you" per la compilation "Metal Maniac" su etichetta Durium. Sempre nel 1987 i Danger Zone registrano un demo che viene accolto molto bene dal pubblico e dalle riviste specializzate metal, suonando in vari festival italiani con altri gruppi hard rock.
Nel 1988 registrano un altro demo-tape, fanno da supporter ai Saxon in tour a Verona e vanno negli States per conoscere da vicino la scena musicale rock più attiva del momento. In questa vacanza riescono a suonare al "Whiskey a go-go " di Hollywood. Tornati in italia sono contattati dal tour promoter Francesco Sanavio, che decide di produrli per esportarli nel mercato americano.
Stefan Galfas, Jody Gray e Mark Cobrin vengono incaricati della produzione artistica e tra maggio e il settembre 1989 realizzano al Condulmer studio di Venezia un album che viene poi mixato a New York nel novembre di quell'anno. Nel gruppo rientra Stefano Vascotto (chitarra), e si chiude in sala prove per prepararsi in vista del trasferimento definitivo negli states. Purtroppo gli sforzi fatti per ottenere una produzione competitiva a livello mondiale non sono seguiti da una altrettanto attenta politica di marketing del prodotto. Gli avvocati americani di Sanavio non concretizzano nessun contratto, perdendo tempo per far lievitare il loro compenso. La band attende ma comincia a perdere colpi e Paolo Palmieri abbandona, segnando l'ingresso di Gianni Lorenzini (batteria).
Dopo mille tentennamenti il gruppo vende buona parte della strumentazione e si trasferisce a proprie spese a Los Angeles nel marzo del 1992 per tentare l'ultima carta, quella degli showcases per i discografici nei clubs di Hollywood.
I Danger Zone in 3 mesi riescono a ritagliarsi un proprio spazio tra i 5000 gruppi presenti nell'area, suonando da headliner in diverse serate attorno a Los Angeles. Il responso è ottimo ma devono fronteggiare un problema insormontabile: la fine della "scena" hard rock losangelena in favore del"grunge" di Seattle. La band non è in grado di seguire questo "spostamento" di sound e di immagine, essendo legata all'hard rock melodico, e decide di sciogliersi dopo 12 anni di attività.

Nel corso del 2010 però,...i DANGER ZONE ritornano con la pubblicazione di "Line of Fire" e molto altro!!!

 

Si ringrazia Roberto Priori per la gentile concessione del logo,del testo e delle foto


Myspace music playerQuantcast
New York 1988...
New York 1988...